25 Settembre 2020
Le news

DAL SITO INTERNET DELLA "FOLGORE SAN MINIATO": IL RICORDO DEI TEMPI CHE FURONO NELLE PAROLE DI UN FONDATORE DELLA SOCIEETA´ PISANA

21-01-2017 12:18 - News Generiche
Mario Maltinti (Folgore San Miniato)
Sabato sera al Palafrontera si giocherà il match, valevole per il Campionato regionale maschile di serie "C" tra "Sintecnica Volley Cecina" e "Tecnoambiente Folgore San Miniato". Così ad un fondatore, ex-Presidente e tanto altro ancora, della società sanminiatese tornano alla mente lontani ricordi dei "tempi che furono". Questo il ricordo scaturito dalla mente, dal cuore e dalla penna di Mario Maltinti:

""Dici Cecina e penso subito a Fabiani.

Veniero Fabiani che nel 1968 diventò promotore e presidente di questa società che faceva e fa tutt´ora pallavolo maschile e femminile.

Appena partita per questa grande avventura pallavolistica la Società rossoblu diventò subito il punto di riferimento del nostro sport nel basso Tirreno, era un presidente ed una società che aveva ambizioni e fin da subito portò avanti una politica basata su due importanti capitelli, curare al massimo il settore giovanile sia in numeri che in fase tecnica e portare a Cecina uno o due "pezzi importanti" per dare più spessore alle prime squadre.

Io gli dicevo che era il capo dell´ultimo avamposto prima delle paludi grossetane e lui mi ribatteva che se volevo il bel mare potevo trovarlo solo a Cecina.

Coinvolto alla grandissima in tutto questo movimento Fabiani (anche sua figlia ha dato tanto alla pallavolo!) ha sempre rappresentato il meglio di un dirigente sportivo che crede in quello che fa, che ama i giovani e che li vuol vedere solo in palestra, perché era sicuro che lo sport è un binario che porta solo al miglioramento fisico e morale.

Io lo stimavo proprio per tutto questo e molte volte ho avuto con lui discussioni di sport, idee da portare avanti, proposte da indicare alla Federazione....

Negli anni mille confronti e discussioni come quando mi fece arrabbiare perché ci portò via da San Miniato due pedine importanti per noi, Marco Maggiorelli e Cesare Marrucci. -A San Miniato non vi importa di vincere – mi diceva prendendomi in giro – A Cecina invece faremo uno squadrone – E me lo disse davanti un bel branzino freschissimo!

E fece veramente una bella squadra che gli dette tante soddisfazioni anche se in auge a Cecina andarono con la squadra femminile. Pensate che a fine anni ´80 con l´innesto di Frittelli e Gualandi (due livornesi) in una squadra di tutte "cecinesi" e con l´aiuto dei fratelli Cornelio, di Orlandini e Vanni (che pool di rango!) per ben due volte andarono molto vicini a diventare campioni d´Italia!

Il presidentissimo lasciò la carica e la pallavolo nel 1978 proprio dieci anni dopo aver fondato e diretto quella società e si dedicò alla politica.

La sua città per indubbia riconoscenza gli concesse nel 2006 il Premio Cecina Omino di ferro, ambito riconoscimento che il Comune offre ogni anno a quei personaggi che hanno fatto la storia della cittadina tirrenica.

Sarai per sempre nei miei ricordi più belli, Veniero.

Mario Maltinti""


Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio